curiosità e notizie

15/10/2017 – Il nostro caro socio Antonio Cerfeda c’invita ad ascoltare canzoni del sud con il suo gruppo Mercoledì 8 Novembre allo Stadtkeller di Lucerna. Ingresso 25 Franchi; i biglietti si possono ordinare per e-mail scrivendo a pinomasullo@hotmail.com. Indicate il numero di biglietti desiderati e il vostro nome ed indirizzo!


31/7/2017 – È uscito da Minerva Edizioni un interessante libro divulgativo sui segreti della Formula 1, opera di Mauro Forghieri, responsabile del reparto tecnico Ferrari per le auto da corsa dal 1961 al 1984, e del mio carissimo amico Marco Giachi, che con Forghieri condivise l’avventura della “Lambo” Formula 1 agli inizi degli anni ’90.

Speriamo di avere i due autori presto ospiti da noi per una conferenza!


23/6/2017 – Oggi al NeuBad di Lucerna Biancamaria Targa, che abbiamo applaudito al nostro concerto di Capodanno, ha brillantemente superato l’esame finale del corso di Master presso la Musikschule di Lucerna. Vi offriamo un breve assaggio del suo recital di Diploma. Bravissima, Biancamaria! Siamo sicuri che hai una bellissma carriera davanti a te….


Che cosa succede alla nostra bellissima lingua? Prendetevi un quarto d’ora di tempo per guardare questo video sulla moda ridicola di usare inutilmente termini inglesi per sembrare moderni. Così rischiamo di distruggere a poco a poco una ricchezza culturale che il mondo apprezza e riconosce.


5/5/2017 – Grande successo al KKL per l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia diretta da Sir Anthony Pappano, con la pianista Yuja Wang. Un programma entusiasmante: Rossini, Ciajkovskij, Respighi. Molti dei nostri soci erano presenti (grazie per essere venuti!) e hanno potuto approfittare dell’interessante presentazione dell’intendente della Migros Kulturprozent Classics, Mischa Damev. Grazie anche a Mirko Vaiz della Migros-Kulturprozent-Classics che ci ha proposto questa occasione! Nella foto: Sir Anthony Pappano, Mirella (vicepresidente) e Leonardo (presidente) dopo il concerto.


19/3/2017 –  Il nostro socio onorario (nonché ex-presidente) Emanuele Gariglio ci segnala che il cortometraggio EN LA BOCA, realizzato da suo figlio Matteo, sarà proiettato Martedì 21 Marzo alle 17:30 al Kino Foyer, Bau 745 – Viscosistadt, Nylsuisseplatz 1, Emmenbrücke.
Il documentario, che ha ricevuto l’Innerschweizer Film Preis 2017, è stato girato a Buenos Aires e segue la famiglia Molina, che vive di espedienti presso il leggendario stadio dei Boca Juniors.

Al termine della proiezione, discussione con il regista e con il critico cinematografico Johannes Binotto.


22/1/2017 –  Questa domenica vi proponiamo il contributo dell’attrice e regista Silvia Sartorio, che legge “Anima” di Stefano Benni, con un commento musicale di Cesareo (il chitarrista degli Elio e le Storie Tese).


15/1/2017 –  Il 25 Novembre 2016 avevamo chiesto alle amiche e agli amici della Dante Alighieri di mandarci un loro contributo per la  Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne. Questo impegno non dura un solo giorno, ma va ricordato sempre.
E la canzone che Nicoletta Camisasca ci ha inviato s’intitola appunto “i ricordi”.


8/1/2017 – Quest’anno la MIGROS-KULTURPROZENT-CLASSICS porterà grandi orchestre italiane al KKL di Lucerna. Lunedì 16 Gennaio l’Orchestra Filarmonica della Fenice di Venezia, diretta da John Neschling e con la partecipazione della mezzosoprano Vesselina Kasarova, eseguirà musiche di Rossini, Wagner e Rachmaninoff. I biglietti (a partire da 30 Franchi) possono essere acquistati cliccando qui.


30/12/2016 – Quarto appuntamento con l’iniziativa ispirata alla GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE dello scorso 25 Novembre.
Il poeta Silvio Raffo ci consiglia una bellissima poesia di Marisa Ferrario Denna, che ci ha lasciati lo scorso 11 Dicembre.


25/12/2016 – BUON NATALE a tutti voi dal Comitato di Lucerna della Società Dante Alighieri! La nostra amica Elisabetta Casagli ci regala un altro racconto letto da lei (ricordate Pane, vino e zucchero? lo potete trovare e riascoltare scorrendo questa pagina).

Il nostro sito internet fa una pausa fino all’anno nuovo. Auguri!


18/12/2016 – Terzo appuntameno con l’iniziativa ispirata alla GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE dello scorso 25 Novembre.
Questa Domenica la Prof.ssa Cetty Muscolino (direttrice della Scuola per il Restauro del Mosaico della Soprintendenza e del Museo Nazionale di Ravenna) ci offre questi pensieri:

“Celata in ogni violenza c’è la paura e il conflitto interiore. Se l’uomo è in un certo qual modo tutte le cose (Homo quodammodo omnia) come sosteneva San Gregorio Magno, e come molti altri iniziati, fra cui Paracelso, hanno ribadito nel corso dei secoli, mi appare evidente che questa dinamica, questa psicomachia, è connaturata nella natura dell’uomo.
Quale strategia adottare per uscire vincitori dalla battaglia?
L’educazione, la cura amorevole dei propri piccoli, come nella maggior parte dei casi fanno tutti gli animali. 

L’amore, la via dell’amore è la più breve e la più risolutrice, perché l’amore opera l’unica magia operativa che produca effetti durevoli.
Non si tratta di maschi e femmine, anche se la storia passata e quella contemporanea ci conduce sempre a questa visione.
Noi vediamo bene che questo conflitto si presenta costantemente a noi e che la storia della conquista della dignità e parità della donna è stata necessaria e giusta, ma credo che ora vada cambiata la prospettiva e che in questo cambiamento la donna sia ancora una volta chiamata a svolgere una missione fondamentale e veramente rivoluzionaria. E’ necessario auto educarsi ed educare i propri figli all’amore e al rispetto di tutte le manifestazioni di vita esistenti sul pianeta.
Finchè continueremo a fronteggiarci l’un contro l’altro armati i risultati saranno sempre fragili ed effimeri.
Il problema va risolto alla radice e molteplici sono le metafore figurate che l’arte ci offre e su cui ciascuno di noi può meditare.
Noi possiamo dare unicamente quello che siamo e dobbiamo cercare di guardarci in profondità per recuperare e ricostruire, o far nascere, la nostra maternità interiore, la nostra autentica forza che significa ben altro che parlare di quote rosa o esibirci con la medesima arroganza che abbiamo osservato a lungo nel comportamento spesso adottato dai maschi più deboli. Noi dobbiamo lavorare insieme e non in antagonismo con gli uomini. 
Alcuni spunti per riflettere:

1 Il lupo e l’agnello, miniatura medievale

La favola di Fedro come ben sapete, e se non la ricordate sarebbe illuminante andarla a rieleggere per la sua perenne attualità, racconta come un lupo prepotente e arrogante divora un agnellino assolutamente innocente, solo per prevalere e soddisfare la sua ferocia.

2 Sandro Botticelli, Minerva (o Pallade) e il centauro, 1485 Galleria degli Uffizi, Firenze
Minerva, dea della sapienza (tutta testa, era nata infatti dalla testa di suo padre Giove) ammansisce con dolce risolutezza un centauro, ibrida creatura parte umana e parte animale. Al di là delle implicazioni politiche e propagandistiche dei Medici, committenti, l’opera ci esorta ad ammansire la nostra passionalità-sensualità con l’esercizio della ragione: noi siamo il centauro e dentro di noi convivono bestialità e razionalità.

3 L’incoronazione dell’amante, valva di scatola di specchio in avorio, Museo Nazionale di Ravenna
Si tratta di un delizioso manifesto dell’amore cortese ( nascita della concezione dell’amore così come lo intendiamo noi), che non vedeva più la donna unicamente come bottino di guerra, ma quale complemento necessario e desiderato dall’uomo. Così l’amante (colui che ama) si inchina e prega, e la dama, riconoscendolo degno, lo incorona con un serto di fiori.

Metafora di cosa? Noi siamo sia la dama che l’amante che aspira a lei: noi abbiamo l’arduo compito di armonizzare la nostra mascolinità alla nostra femminilità … perché in noi convivono entrambe … e la psicologia e la psicoanalisi lo hanno ampiamente dimostrato.

4 Orfeo incanta gli animali, mosaico nel Museo Archeologico di Palermo
Solo dopo aver armonizzato le nostre bestie interiori potremo conquistare e ammansire quelle che sono fuori di noi.

Conclusione di questa divagazione che non a tutti sarà gradita e non da tutti condivisa: armiamoci di amore e comprensione e tolleranza e …partiamo alla conquista dell’universo!


10/12/2016 – La nostra iniziativa ispirata alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne continua con un contributo della pianista Biancamaria Targa, che ci presenta Eleanor, for blues singer, drumkit, ensemble & samples, un brano della compositrice austriaca contemporanea Olga Neuwirth eseguito per la prima volta in Svizzera in occasione del Lucerne Festival 2016:


Questo pezzo è un tributo a tutti coloro che hanno il coraggio e la forza di opporsi ad ogni forma di ingiustizia e oppressione. Il nome Eleanor è in particolare un riferimento all’americana Billie Holiday, una delle più grandi cantanti jazz e blues, la cui vita fu segnata fin dall’infanzia da violenze e abusi. Il grande talento di Eleanor e l’enorme forza del suo spirito le hanno permesso di riempire con la sua splendida voce il senso di vuoto lasciato dalle profonde ferite subite.

Ed ecco la grandissima Billie Holiday (la Eleanor cui Olga Neuwirth ha dedicato la sua composizione) che canta The blues ain’t nothing but a pain in your heart dall’album “Lady sings the blues”


3/12/2016 – Lo scorso 25 Novembre ricorreva la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Noi abbiamo pensato di non fermarci a una sola giornata e abbiamo chiesto agli ospiti dei nostri eventi di contribuire con un loro pensiero, in qualsiasi forma desiderino, per farci riflettere sul rispetto che la vita di ognuno merita.

Iniziamo con Gianni Gandini, musicista, musicoterapista e autore letterario, che ci offre un video basato sui ricordi di Isa, un’anziana ospite del Centro “Girola-Don Gnocchi” di Milano:


5/9/2016 – Ho il cor già lacero, dall’opera Griselda di Vivaldi. Mezzosoprano Caroline Vitale, accompagnata da Peter Baur, durante la Serata Casanova al ristorante Der Italiener di Buochs, il 5 Novembre 2016.


26/10/2016 – Passacaglia della Vita di Stefano Landi (1587-1639) , eseguito da Antonio Cerfeda (voce) e Rosario Conte (tiorba) alla Casa d’Italia di Lucerna in occasione della conferenza della Prof. Cetty Muscolino Dal giudizio finale alla Danza macabra.


Pane vino e zucchero, racconto di Elisabetta Casagli da ascoltare


“Parola mia”
tutti i testi del nostro concorso!